Martedì 19 Novembre 2019

L'analisi

Frutta sottopagata ai produttori: “L'industria senza etica”

L'allarme di Coldiretti Piemonte: “Pesche pagate 1 centesimo al produttore, ma il succo viene venduto a 3 euro al bar"

Frutta sottopagata ai produttori: “L'industria senza etica”

ALESSANDRIA - I conti non tornano, per Coldiretti, nel settore ortofrutticolo. Alla situazione già critica, a causa della condizioni atmosferiche, «l'industria continua ad agire indisturbata e in maniera tutt'altro che etica, a sottopagare le pesche di cui utilizza poi la polpa per succhi di frutta e marmellate, cibi preferiti anche dai bambini».

A sostenerlo sono Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte Bruno Rivarossa Delegato Confederale che lanciano un appello per rivedere il sistema di filiera, anche attraverso un Osservatorio regionale su prezzi e sulle dinamiche del mercato dell’ortofrutta piemontese.

La ragione? I produttori sono «costretti» a conferire frutta e, in particolare le pesche in questo periodo dell'anno, pagata pochi centesimi ed avviati alla trasformazione fuori regione, per essere rivenduta come prodotto finito a prezzi centinaia di volte superiori.

Oltretutto, proseguono da Coldiretti, «l'agroindustria percepisce finanziamenti grazie ad apposite misure del Psr. É questo il modo poi di tenere sotto scacco i produttori?»

La situazione era già stata evidenziata con l’evento Frutta e Legalità”, lo scorso 28 giugno, durante il quale l'associazione aveva «acceso i riflettori su quanto sta avvenendo nel mercato frutticolo piemontese che ha un fatturato di oltre 500 milioni di euro con una superficie di 18.479 ettari e oltre 7 mila aziende».

Proprio in quella occasione, il Presidente della Regione, Alberto Cirio, si è impegnato ad attivare con l’Osservatorio Agromafie, un Osservatorio regionale su prezzi e sulle dinamiche del mercato dell’ortofrutta piemontese. «Occorre - concludono Moncalvo e Rivarossa - dar seguito al più presto a tale impegno anche per monitorare questa situazione e per scoprire quali sono i marchi che producono senza tener conto di alcun valore etico».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Tempo reale

"Vincenti ha confessato". Parole poi confermate al Gip

09 Novembre 2019 ore 09:29
Tempo reale

Tragedia di Quargnento:
la svolta, nella notte il fermo

08 Novembre 2019 ore 22:29
Masio

Schianto fatale
dopo la curva, muore 23enne

10 Novembre 2019 ore 13:55
.