Mercoledì 20 Novembre 2019

Basket A2 donne

Autosped, la beffa all'ultimo secondo

Castelnuovo avanti per oltre 39 minuti, anche con margini netti

Autosped, la beffa all'ultimo secondo

Per Autosped ancora fatale la 'zona Cesarini'

Ci fosse una 'zona Cesarini' nel basket, sarebbe di Autosped. Ma in senso contrario: non perché segna e vince in extremis, ma perché subisce la rimonta delle avversarie di turno. Era successo a Villafranca di Verona, sette giorni fa, questa volta la beffa brucia ancora di più, perché per 39 minuti e 59 secondi le giraffe sono avanti e all'ultimo secondo entra il canestro che consegna la vittoria a Bolzano, 60-61

Brave, le altoatesine di Sacchi, a non mollare mai, anche quando il vantaggio delle padrone di casa raggiunge la doppia cifra. Dopo i primi due quarti in equilibrio, dopo l'intervallo la squadra di Pozzi dà l'impressione di poter regolare una avversaria arrivata al PalaCamagna imbattuta. Invece, negli ultimi 5 secondi, sul 59-59, Bonvecchio ha i due liberi della vittoria: ne trasforma solo 1, però, le altoatesine recuperano palla, Degiovanni s'invola e un istante prima della sirena lascia partire un sottomano che fa 'suonare' la retina, ed è il suono che delizia le ospiti e fa arrabbiare le giraffe.

Una assenza per parte, Podrug per Autosped, capitan Servillo per Bolzano, tra le padrone di casa è soprattutto Claudia Colli ad essere ispirata e ispirare il gioco, anche se le avversarie non ci stanno, dal 12-6 al 12-13, poi 15-15 al primo intervallo. Testa a testa anche nel secondo quarto, a far scattere Autosped ci pensano ancora Colli e Pavia, 33-29 alla pausa lunga

Claudia Colli è in serata di grazia, 25 punti per lei, insieme a Bonvecchio firma l'8-0 in avvio di terzo quarto e Castelnuovo vola, 41-29, ma le ospiti risalgono ancora, fino al -2 (41-39). Controreplica delle locali, per il +8 all'ultimo stop, 47-39 dopo 30'. Le altoatesine sono ben vive e in avvio di ultimo periodo, con un 7-0, sono di nuovo agganciate, 47-46. Autosped vuole vincere e produce un altro allungo, questa volta anche con il contributo di Carolina Colli e Repetto, 54-46 a 5' dal termine. Bolzano si affida al talento Nasraoui, solo 17 anni, che dimezza il gap, ma sulla tripla di Claudia Colli per il 57-50 sembrano scorrere i titoli di coda, a poco più di 2' dalla fine. Peccato, però, che Castelnuovo regali alle avversari un paio di distrazioni di troppo, 7-0 e nuova parità, 57-57. Carolina Colli riporta avanti le giraffe, 59-57, risponde Villarini con un canestro un po' fortunoso, 59-59. Poi un solo libero di Bonvecchio e la fuga con canestro di Degiovanni. E il rammarico di tutta la squadra e del pubblico: la squadra c'è e lotta con le favorite, ma distrarsi quando il contenuto di difficoltà della partita si alza può essere molto pericoloso.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Masio

Schianto fatale
dopo la curva, muore 23enne

10 Novembre 2019 ore 13:55
Cronaca

Piazza Garibaldi,
in Rianimazione l’uomo ferito

10 Novembre 2019 ore 14:42
.