Lunedì 25 Maggio 2020

l'intervento

Intossicata da uno scaldabagno malfunzionante

Una 17enne tortonese ha corso un grosso rischio la sera scorsa

Pochi vigili del fuoco e con mezzi obsoleti

TORTONA - Dovrebbe essere stato uno scaldabagno malfunzionante, già posto sotto sequestro dai vigili del fuoco di Tortona, la causa dell'intossicazione da monossido di carbonio di una diciassettenne salvata dai medici del 118 in un appartamento al numero 48 in strada per Genova.

Intorno alle tre del mattino la ragazza è stata trovata sul pavimento del bagno dopo avere fatto una doccia ed è stata trasportata dall'ambulanza all'ospedale di Alessandria e da lì nella casa di cura I Cedri a Fara Novarese in provincia di Novara dove è stata sottoposta ad una procedura di ossigenoterapia in una camera iperbarica per poi essere riportata ad Alessandria.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

San Giorgio 

Dramma, agricoltore
si toglie la vita

15 Maggio 2020 ore 15:12
.