Mercoledì 06 Luglio 2022

Animali

Operazione antibracconaggio lungo il Po: salvi i pesci

Scoperta e rimossa una rete 'a imbrocco' lunga centinaia di metri nel tratto fra Valenza e la Lombardia

Po-siccità

VALENZA - Il Servizio di Vigilanza dell’Ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese, in collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Alessandria, ha portato a termine una rilevante azione antibracconaggio ittico all’interno del Parco naturale del Po piemontese: l’operazione ha condotto alla rimozione di una rete a imbrocco (costituita da un’unica pezza) lunga alcune centinaia di metri, illecitamente posizionata per la cattura di pesci.

L’area in cui si sono svolti i fatti, lungo il Po, a valle di Valenza, è di particolare pregio naturalistico e proprio per questo motivo assume ancora più rilevanza l’essere riusciti a intervenire rapidamente evitando che l’azione di bracconaggio fosse portata a termine. Durante le operazioni di rimozione della rete sono stati liberati parecchi pesci di diverse specie.

Non è stato purtroppo possibile risalire agli autori dell’illecito. Anche per prevenire episodi di bracconaggio ittico, nei mesi a venire sarà intensificata la vigilanza lungo il corso del Po, anche attraverso uscite in barca.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lo spoglio

Giorgio Abonante
nuovo sindaco di Alessandria

27 Giugno 2022 ore 00:14
.