Domenica 14 Agosto 2022

Lutto

Addio a Pietro Nascimbene, gregario di Coppi

Classe 1930, aveva corso con il Campionissimo alla Carpano

05 Agosto 2022 ore 10:00

di Mimma Caligaris

Addio a Pietro Nascimbeni, gregario di Coppi

La squadra della Carpano nel 1956, con Coppi e Nascimbene (foto archivio Gino Cervi)

BORGORATTO MORMOROLO - Se ne è andato uno degli ultimi custodi delle corse, e delle storie, di Fausto Coppi: si è spento Pietro Nascimbene, Pédar, gregario del Campionissimo alla Carpano nel 1956, l'anno in cui vinse anche una tappa al Giro d'Italia, e poi in una sorta di 'nazionale' alla Vuelta, nel 1959.

Classe 1930, accoglieva con piacere nella sua casa chi aveva voglia di ascoltarlo e ogni racconto era dettagliato e pieno di affetto.

Originario dell'Oltrepò, nato a Montalto Pavese, è stato professionista tra il 1953 e il 1961, con i colori di Legnano, Augustea, Carpano e Molteni. Come scrive Marco Pastonesi "Lui era un mulo, un cammello. Lui era un passistone, un gregario. Lui era nato per tirare e spingere. Lui era adatto per scortare e seguire". Ai suoi capitani ha sempre dato del tu, tranne a Fausto, "perché Coppi era Coppi".

L'ultimo saluto domani, sabato, alle 10, a Borgoratto Mormorolo, frazione Inveriaghi, dove era la sua casa.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Incidente: muore Marco, il fratello di Simone Breggion

06 Agosto 2022 ore 09:04
.