Lunedì 28 Settembre 2020

SERIE D

Hsl si presenta. Con la terza maglia nuova, ma storica

Nel cortile dell'Annunziata la passerella della prima squadra e dei giovani

L'Hsl Derthona e la terza maglia... storica

Un momento della serata con la prima squadra sul palco

TORTONA - Una serata emozionante, con un pubblico ridotto solo per dover rispettare le norme anti contagio ma che ha saputo mostrare tutta la vicinanza e il sostegno alla squadra allestita per ben figurare dopo essere ritornata nel campionato nazionale dilettanti dove mancava da ben quattro edizioni.

I pezzi pregiati del calciomercato sfilano tutti: dal portiere Antonio Rosti, ai difensori Samuele Emiliano ed Edoardo Cirio, agli attaccanti Gianluca Draghetti - unico reduce, sia pure di ritorno, della rosa dell'ultimo campionato di D - e Fabio Concas ma la vetrina mette in luce anche i molti giovani che sono arrivati grazie anche all'innesto in dirigenza di due ex Savona - Cristiano Cavaliere e Roberto Canepa - e che permetteranno di rispettare le regole della nuova categoria in fatto di under senza troppi problemi.

Nel finale, c'è spazio anche per la presentazione della nuova terza maglia: una divisa a strisce orizzontali bianconere ispirata più al rugby che al calcio ma che sul davanti porta la scritta "Città di Tortona" a sigillare il rapporto fra la squadra e il suo comune. Un visibilmente commosso Federico Chiodi mette da parte per un attimo i panni del sindaco per indossare quelli del tifoso e focalizza l'attenzione di tutti sulla scritta appena sotto il collo nella parte posteriore della maglia: "Prometto di onorarla sempre", come un vero leone.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

.